I fatti diventano storie

Parteciperanno all'evento: Andrea Staid, Frank Westerman

Città: Cagliari

Luogo: Piazza San Domenico

Data: Giovedì 21 Giugno

Orario: 20:00

“Ritengo che le storie, le parole di cui sono composte, possano essere una forza di pace, e anche solida. La precondizione è che una storia ponga domande, offra alternative, consenta il dubbio e l’ironia. Nella tradizione narrativa, si possono introdurre dei personaggi, anche degli eroi, invitando il lettore a immaginare come appaia il mondo attraverso i loro occhi. In questo modo, esercitiamo costantemente il nostro senso dell’empatia. E senza empatia, è impossibile vivere insieme in una società aperta e diversa”. Definito da Goffredo Fofi il più grande erede di Ryszard Kapuscinski e descritto da Roberto Saviano come chi “viaggia tra i relitti insanguinati della storia alla ricerca di tracce di dialogo”, lo scrittore e giornalista olandese Frank Westerman, molte volte presente nei più infiammati fronti di guerra, ha sviluppato una fortissima capacità di osservazione, di ascolto e di partecipazione empatica riversandone i frutti in quel fecondo ibrido che oltrepassa il reportage e i limiti della letteratura per diventare una sorta di inchiesta narrativa, dove vivono i singoli individui e le interconnessioni sociali. L’antropologo Andrea Staid, anch’egli curioso viaggiatore e osservatore partecipe, conduce la conversazione per provare a raccontare la missione conoscitiva come fondamento della scrittura.